Chissà quante volte hai ammirato la bellezza del giglio, o hai avvertito il suo aroma così pungente! Ma lo sapevi già che ha innumerevoli proprietà benefiche per la pelle e che viene utilizzato spesso nei cosmetici? No?? ! Bene, leggi il post, che ti racconto un sacco di cose!

LE ORIGINI

Il giglio nella natura selvaggia è una pianta che conta più di cento varietà, raggruppate in due famiglie: Asia e Asia orientale. Può differenziarsi sia per il suo aspetto (grandezza, callosità e colore), che per il suo profumo. La specie del “Lilium candidum” è quella che viene più spesso utilizzata nei preparati cosmetici.

LA STORIA

Il giglio acquisisce il simbolo di purezza e innocenza, già nel Medio Evo, quando viene considerato il fiore della Madonna. In realtà però, ne troviamo traccia a partire dagli antichi greci, quando secondo la storia, questo “fiore dei fiori” nasce da una goccia di latte materno, proveniente dal seno della dea Era, che cadde a terra mentre allattava il figlio Eracle. Da sempre e in tutto il mondo il giglio è stato considerato simbolo di bellezza, maternità e maestà. I romani ad esempio, ne usavano i petali per lenire le ustioni. Lasciati a macerare in olio o nell’alcool, questi petali venivano utilizzati per alleviare condizioni particolari della pelle, come ad esempio la rosacea o l’insorgenza delle lentiggini, considerate scherzi della melanina, che disturbavano l’ideale di bellezza dell’epoca, che voleva una pelle d’avorio.

I BENEFICI

I petali di giglio sono ricchi di fitosteroli, i quali hanno grandi proprietà anti infiammatorie e antiossidanti. Leniscono la pelle e ne migliorano la qualità. Inoltre il giglio è ricco di Omega6, l’acido linoleico, che combatte la disidratazione. Infine è un ottimo alleato per contrastare l’iperpigmentazione cutanea, poiché aiuta a schiarire le macchie e a rendere l’incarnato più luminoso.
Dunque il giglio è davvero un ingrediente prezioso per la cura della pelle! E se vuoi provare a creare da sola un ELISIR DI GIOVINEZZA, segui questa semplice ricetta! Vedrai la meraviglia!

INGREDIENTI: 3 gigli, prezzemolo, 1 margherita, 1 mazzetto di prezzemolo, olio di semi d’uva, contenitore ermetico

LA RICETTA: preleva i petali dei gigli, senza gli stami né i pistilli, e puliscili delicatamente, e mettili in un contenitore ermetico appena sterilizzato. Unisci una manciata di petali di margherita ( per potenziare l’azione antiage), e il mazzetto di prezzemolo pulito (ti servirà come booster per la luminosità del tuo incarnato!). Aggiungi 50 ml di olio di semi d’uva e assicurati che tutto sia ben immerso nel liquido, quindi chiudi ermeticamente il contenitore. Riponi il preparato in una zona esposta alla luce del sole del mattino e lascia macerare per 3 settimane. Quindi filtra il tutto e conservalo in una fialetta di vetro che ha la pipetta.

COME USARLO: puoi usarlo come un siero prima della crema, puoi addizionarlo alla tua crema per renderla più ricca, oppure puoi usarlo come olio da massaggio la sera prima di andare a dormire. 5 gocce per il siero, 3 gocce nella crema, 10 gocce per l’olio da massaggio. Scegli la modalità che più ti ispira, e magari, provale tutte, una alla volta, per dare dinamicità alla tua routine!

Adesso che anche questo segreto di bellezza è stato svelato, ti mando un abbraccio e ti aspetto al prossimo post!

Non perderti neanche un post

Ricevi gratuitamente i miei blog post nella tua casella di posta. Inserisci i tuoi dati qui!