Tutte noi almeno una volta nella vita abbiamo usato il fondotinta. C’è chi poi ha scelto di usarlo sempre, ogni giorno, chi lo usa nelle occasioni speciali, e chi lo evita come la peste.
Tra chi lo usa quotidianamente e chi non lo usa mai ci sono evidentemente pareri molto diversi: “mi piace tantissimo, migliora il mio aspetto” contro il “non mi piace per nulla, mi fa sentire sporca e sembro una maschera”.

Ma cosa porta una donna ad amare il fondotinta fino a scegliere di usarlo tutti i giorni e invece ad un’altra a detestarlo e non usarlo mai? Il problema unico e solo riguarda LA SCELTA!

Sembra una cosa facile e banale, invece è una delle più difficili nel makeup, almeno le prime volte. Ed è quella che condiziona non solo l’idea che si ha del fondotinta, ma anche del risultato finale. Perché non esiste solo chi non lo usa, ma molto spesso c’è anche chi lo usa nel modo completamente sbagliato!
Come fare allora a scegliere il fondotinta giusto per noi?
Prima di tutto devi conoscere il tuo tipo di pelle. Come per la skincare, anche in questo caso è necessario scegliere la formulazione adatta alla tua pelle. Non puoi pensare di usare un prodotto oil free se hai la pelle ultra secca insomma!

In commercio ormai ci sono una varietà infinita di formulazioni, ma le più comuni sono:
BB CREAM/CC CREAM/TINTED BALM queste 3 tipologie di cosmetico sono molto simili al fondotinta, anche se hanno una copertura più leggera, e sono destinate solo ed esclusivamente alle pelli secche o molto secche, poiché altamente idratanti e nutrienti e ricchi di burri e/o olii;
FONDOTINTA FLUIDO tra i più comuni, nasce anch’esso per le pelli secche. Rende la pelle liscia e luminosa, perfettamente omogenea. Attenzione a non confonderlo col fondotinta liquido ( che si dosa a gocce, con la pipetta), che in teoria dovrebbe andar bene per tutte le pelli secche, ma la mia esperienza invece dice che, se hai pellicine evidenti, applicando questa formulazione, lo saranno ancora di più;
FONDOTINTA FLUIDO OIL FREE specifico per le pelli miste o tendenzialmente oleose. Bilancia la produzione di sebo, solitamente ha un finish polveroso, che serve da “carta assorbente” per le zone più critiche (come la zona T);
FONDOTINTA IN CREMA è ottimo in caso di pelle oleosa, di acne e di pori molto dilatati. Ha una copertura alta, tanto da riuscire a nascondere brufoli o discromie cutanee;
FONDOTINTA COMPATTO IN POLVERE creato per le pelli oleose, grazie alla sua capacità assorbente. Ha una buona copertura ed è ideale per i piccoli ritocchi;
FONDOTINTA MINERALE esclusivamente adatto alle pelli molto oleose, che tendono a modificare il colore del prodotto.

Bene, il primo passo è compiuto. Se sai che tipo di pelle è la tua, adesso sai anche quale formulazione scegliere. Ma non basta. Perché il fondotinta sia perfetto, deve come scomparire sul viso, quindi altro aspetto fondamentale nella scelta è individuare il colore adatto. E come si fa? Partendo dal sottotono, che si differenzia in CALDO (tutte le tonalità che hanno del giallo all’interno), e FREDDO (tutte quelle che invece hanno del rosa). Posso dire per esperienza che il 99% delle donne italiane ha un sottotono caldo, anche quelle che hanno la pelle stile Biancaneve come me. E non lasciarti ingannare dai rossori che magari hai su guance e intorno al naso! Guarda bene fronte e collo. Lì troverai la tua risposta.

Quindi per scegliere il colore perfetto dovrai possibilmente fare una prova e guardarti con la luce naturale. Quindi si, se sei in profumeria, esci all’aperto e guardati in uno specchietto. Poi scegli la tonalità del fondotinta che pensi possa andare bene e provala direttamente sul viso (avendo eliminato quello che già avevi indossato!). Non servirà truccare tutto il volto, ma ti basterà usare la zona che va dall’angolo della bocca al collo in lunghezza, e dall’angolo della bocca all’orecchio in larghezza. Quindi NO categorico alla prova del fondotinta sulla mano!!! Guardala bene.. ti pare abbia lo stesso colore del tuo viso??!?! EDDAI!!!
Se una volta steso si mimetizza completamente col tuo incarnato, allora è lui! Ma se non dovessi essere convinta, scegli dello stesso fondotinta altre 2 tonalità, una più chiara e una più scura. Applicale ai lati di quello scelto per primo e osserva la differenza. La regola è sempre la stessa: non deve vedersi!

Si usa il fondotinta per migliorare l’aspetto della propria pelle, in termini di luminosità e freschezza, deve essere in grado di coprire eventuali macchie, ma non deve notarsi. Non deve sembrare una maschera! Della serie “il trucco c’è ma non si vede!”

Bene, adesso che hai capito come fare per scegliere il fondotinta giusto, corri a vedere se il tuo è davvero quello che fa per te, o se invece non l’hai mai usato, prova a sceglierne uno usando queste indicazioni!

Noi ci sentiamo al prossimo post, un abbraccio!
Barbara

Non perderti neanche un post

Ricevi gratuitamente i miei blog post nella tua casella di posta. Inserisci i tuoi dati qui!